Chiamami al 335 7021640

Home » Acquisto barca » Acquisto di una barca con osmosi, perchè no?

Acquisto di una barca con osmosi, perchè no?

tramonto sul mare

Photo on Foter.com

Un caso che si presenta frequentemente è quello secondo il quale gli acquirenti rinunciano all’acquisto di una barca se il proprietario/venditore dichiara che quest’ultima ha l’osmosi, così come dichiarato dal cantiere.

A mio modo di vedere fanno male, perché bisogna essere certi per primissima cosa che effettivamente la barca abbia questo difetto, indiscutibilmente, cioè obiettivamente.

Chi ha verificato che quelle bolle sono di natura osmotica? Forse un perito che ha visto la barca e non sa quando si può dimostrare che si tratta di osmosi oppure quando furbescamente vuole farsi ancora chiamare per periziare un’altra barca (da cui un’altra parcella…)? Oppure, cosa ancor più frequente, quando l’osmosi è stata dichiarata dal cantiere in cui si trova la barca, per poter recuperare del lavoro – inventandoselo – anche se non dovuto? Due casi che mi si sono presentati varie volte nella mia attività professionale e che mi deriva da decenni di lavoro e da tante esperienze, anche di Tribunale.

Ecco perché sono sempre diffidente quando mi si dice che una barca ha l’osmosi ed ecco perché debbo poter dimostrare se è vero o no, nell’interesse dell’acquirente ma anche del proprietario che intende vendere la barca.

La domanda da fare in questo casi è: “dimostratemi se è vero che c’è osmosi, seguendo l’iter previsto per questa diagnosi e non basandosi solo sulla presenza di qualche bollicina in carena di cui non viene accertata la vera origine”.

Bolle di osmosi

Che io sia scettico in questi casi mi deriva dal fatto che conosco diversi tipi di bolle, di varia origine e con diversi costi di riparazione normalmente ben inferiori a quelli degli interventi per eliminare un osmosi realmente verificata. Ma soprattutto mi attengo alla norma, così spesso dimenticata, che un perito deve sempre dire la verità come se fosse di fronte al Giudice.

Facile vero? Ma non per tutti e vi assicuro che combattere contro la malafede non è né semplice, né gradevole.

Se poi la barca ha effettivamente l’osmosi fatevi fare tre preventivi per l’intervento da tre cantieri diversi, che utilizzino ottime resine e sommando il preventivo più interessante al prezzo d’acquisto.

Ma attenzione: non sempre il prezzo più basso per questo tipi di riparazione è quello che vi deve guidare, tenete invece sempre presente il buon nome e le capacità tecniche del cantiere che lo emette.

Ci si accorge, a volte, che acquistare comunque una barca con l’osmosi è un affare, se il prezzo di vendita è realmente basso e tiene conto delle spesa per l’eliminazione dell’osmosi. A voi ogni decisione.

In un caso del genere potete telefonarmi per scambi di idee,prima di prendere una decisione, che deve sempre essere fondata e non basata su chiacchiere o su interessi altrui.

Condividi questo post:
error20
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Post Tagged with,

One Response so far.

  1. Luigi ha detto:

    Caro signor Gino lei è una fonte inesauribile di esperienza cui dispensa ottimi consigli. Per questo la stimo in primis come persona, poi come esperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *